Che gli Emirati Arabi siano tra le potenze economiche più forti al mondo è, ormai, risaputo.

Il governo centrale ha sempre supportato l’economia interna al fine di creare un territorio assai florido per gli investimenti esteri diretti.

Proprio così, infatti, è riuscito a raggiungere l’obiettivo più ambito dello scorso anno, ovvero, far diventare Dubai il Paese che ha registrato il maggior numero di progetti di investimento al mondo! 

Tuttavia, gli UAE si preoccupano anche di sostenere i Paesi stranieri in difficoltà, inviando aiuti e finanziamenti per iniziative benefiche di spessore.

Così, Sua Altezza lo Sceicco Hamdan bin Zayed Al Nahyan, Presidente della Mezzaluna Rossa degli Emirati (ERC) ha affermato che gli Emirati Arabi sono oggi uno dei principali donatori del globo e sostenitori del Movimento Internazionale di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa.

Gli UAE, infatti, sono diventati “un centro regionale di supporto, approvvigionamento e logistica nel campo degli aiuti umanitari di emergenza e un quartier generale permanente per molte organizzazioni umanitarie internazionali”, afferma Al Nahyan, riuscendo a gestire importanti operazioni di soccorso per le regioni vicine e finanziando iniziative benefiche per i Paesi sottosviluppati più lontani.

“Gli Emirati Arabi Uniti hanno una buona infrastruttura che li ha qualificati per svolgere questo ruolo vitale e dai suoi convogli di soccorso terrestre partono via terra, mare e aria verso vari paesi e regioni che stanno vivendo crisi e disastri naturali, fino a diventare uno degli attori più importanti e donatori di aiuti umanitari nel mondo. 

Riconosciuto, dunque, il ruolo degli Emirati quali headquarter per le maggiori organizzazioni umanitarie del mondo, Al Nahyan ha sottolineato come la celebrazione della giornata internazionale del Movimento della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa è un’occasione unica per promuovere il dialogo e il dibattito sulle principali questioni che incidono sul buon andamento dei Paesi più in difficoltà ed, eventualmente, come dare un supporto per affrontarle.

Così, l’8 maggio, giornata a ciò dedicata, si sono voluti ricordare tutti gli impegni in campo umanitario già attivati dal governo centrale e preparare i prossimi passi per rafforzare la leadership con tutte le forze della comunità al fine di promuovere i valori e i principi del supporto internazionale a livello globale.

Ancora una volta, gli Emirati si sono aggiudicati un posto tra le prime fila dei Paesi più performanti del pianeta: non solo da un punto di vista economico e finanziario, ma anche da quello umanitario, gli UAE si assestano sempre più tra i maggiori Big del globo.

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy